Autore Topic: LA GRANDE BOXE  (Letto 37274 volte)

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #45 il: 20 Dicembre 2008, 23:10:43 »
Ma che farsa. ;D

hai completamente ragione-è un non match.

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #46 il: 20 Dicembre 2008, 23:13:11 »
sono andato appena a vedere wu wii

213cm x 151 kg.....ma come fa a buttarlo giù

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #47 il: 20 Dicembre 2008, 23:26:54 »
holyfield cha un fisico della madonna..valuev pare un sacco de patate

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #48 il: 20 Dicembre 2008, 23:28:57 »
per caso hanno detto se è sui 10 o 12 rounds ?

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #49 il: 20 Dicembre 2008, 23:38:14 »
holyfield dovrebbe vincere già per i solo fatto che puo' muoversi..valuev n altro po neanche riesce a tenere la guardia...ma che cazzo di spettacolo/sport è ?

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #50 il: 20 Dicembre 2008, 23:43:04 »
un non incontro

immagino a chi ha pagato per stare li in prima fila

ahahahahahahah

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #51 il: 20 Dicembre 2008, 23:46:41 »
farsa

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #52 il: 20 Dicembre 2008, 23:50:08 »
l ho scritto prima di leggere il tuo post...senno' t avrei quotato...

ma come si fa a dare dei punti di vantaggio a valuev ?

cosa ha fatto ?

nulla

bah...valuev continua la sua carriera e holyfield aveva bisogno di soldi...vabbeh allora organizzate un torneo di minigolf che è meglio

Offline steferrari

  • Amministratore
  • Stella BiancoNera
  • *
  • Post: 59345
  • Sesso: Maschio
  • Juventino e Ferrarista!
  • Awards
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #53 il: 21 Dicembre 2008, 00:07:36 »
Non ho visto nulla ma mi fido di voi...
Mi dispiace per Holyfield, vergogna.  :(

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #54 il: 21 Dicembre 2008, 00:11:09 »
mazzetta ? :P

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #55 il: 30 Dicembre 2008, 16:46:29 »
 2008-12-30 16:36
Boxe: Wba riesamina Valuev- Holyfield
Il match per il titolo fu vinto dal russo, ma verdetto contestato
 (ANSA)- ROMA, 30 DIC -La Wba avviera' un'indagine sulla vittoria di Valuev su Holyfield nel match per il titolo del 20 dicembre, finito ai punti di stretta misura. Secondo il sito della Bbc, un comitato della federazione pugilistica analizzera' 'nelle prossime settimane' il filmato del match. Due dei tre giudici presenti a Ginevra avevano decretato la vittoria di Valuev, uno per 116-112 e l'altro per 115-114, mentre il terzo aveva emesso un verdetto di parita'. 


::)

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #56 il: 30 Dicembre 2008, 16:52:41 »
SANTA MARIA DEGLI ANGELI (Pg), 30 dicembre 2008 - Roberto, l’importante non è vincere, ma partecipare?
"Conta solo vincere. Partecipare, senza vincere, è dura. Sono andato a Pechino solo per dimostrare di essere il migliore e ottenere l’unico risultato che m’interessava".
E gli altri?
"Devono accettare la sconfitta e, anche se non è vero, anche con fatica, dichiarano: 'L’avversario è stato più forte'. Così traggono nuove motivazioni".
Per un dilettante è dura aspettare altri 4 anni.
"Penso al mio amico Valentino che non ha preso la medaglia. Dopo l’Olimpiade tutto si riazzera. Ma così è dura".
Fortuna che l’oro olimpico resta per sempre.
"E’ il massimo traguardo, è l’attenzione mediatica, è l’occasione per chi vede solo calcio, è la rivalutazione dei cosiddetti sport minori".
Le medaglie del pugilato a Pechino sono state tre.
"Quel bel risultato di squadra fa muovere qualcosina, ma il pugilato fa sempre fatica a conquistarsi attenzione".
E i sacrifici sono tanti.
"Per me, a parte i problemi cronici alla schiena, i tre allenamenti al giorno sono un non-sacrificio. Quel che devi fare per puntare alla vittoria. Io adoro la doccia calda dopo l’allenamento: tre minuti di liberazione totale".
Il pugilato cambia.
"Un attimo prima di incrociare i guantoni e cominciare lo scontro fisico, ci si mette in gioco completamente, si cresce, si impara a stare concentrati".
È vero che, dopo i Mondiali 2009, smette?
"Il campione mondiale e olimpico dei supermassimi non ha trovato uno sponsor. Dopo Pechino mi hanno cercato in tanti, ma non s’è concretizzato nulla".
Perché non passa professionista?
"Troppo business e spettacolo, e poca tecnica. L’immagine è crudele: sangue, far male, k.o. Ci stanno, ma non sono il riassunto del mio pugilato: portare pochi colpi, ma mirati, con un fine preciso, scelta di tempo, e purtroppo poca mobilità di gambe per schivare".
È anche colpa del sistema-Italia.
"Certo, da noi non ci sono i soldi giusti per i pugili, borse adeguate, investimenti dei manager. E guadagnare 600 euro a match non è giusto. Perciò, mi sa che resterò nella boxe, magari come istruttore alle Fiamme Oro".
Anche un pugile grande e grosso come Cammarelle ha paura?
"Hai paura di non farcela, mai dell’avversario. Quella non puoi permettertela: partiresti troppo svantaggiato. Quando sei più forte, hai paura di vincere e magari ti blocchi. Il lavoro prima serve anche a superare quell’ostacolo della mente".
E l’odio: sul ring c’è odio per l’avversario?
"No. Posso trovare un avversario meno simpatico, ma lo rispetto sempre. E cerco di non dargli quel pugno di più, che non serve al punteggio, e magari gli fa male. Anche il cinese Zhang Zhilei della finale di Pechino non credo che mi odi: purtroppo eravamo tutti e due lì con una missione, ma siamo due bonaccioni".
Non infierisce, però l’ha messo giù.
"Non volevo. Sapevo che, con il vantaggio che avevo, potevo controllare per due round, ed era fatta. E’ stato lui che è venuto avanti, ha preso quel colpo d’incontro ed è andato giù. Io l’avrei portato alla fine, proprio per il rispetto e la solidarietà che, secondo me, esistono fra i dilettanti".
Quant’è solo il pugile sul ring?
«Quando penso che si parla della solitudine del portiere di calcio... Il pugile deve per forza pensare a se stesso, il massimo dell’individualismo. Anche se all’Olimpiade ero il capitano e ho contribuito ai successi dei compagni».
Il classico gigante buono, vive anche a Santa Maria degli Angeli, vicino San Francesco d’Assisi.
"Sì, buono, e troppo onesto, introverso e timido. Eppure appena dico un no raccontano che me la tiro".
E’ cattolico.
"Lo ero. Ora sono pragmatico. Ma se tutti seguissimo il 'Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te' avremmo risolto i problemi del mondo. Invece spesso sono l’unico a pensare così, allora mi chiudo nei miei valori: Nicoletta, la famiglia, i complimenti della figlia di Duilio Loi...".
L’ingiustizia peggiore che ha subito?
"Quando ci chiedevano di non andare all’Olimpiade per dimostrare solidarietà al Tibet. Che ipocrisia. Sarebbe stata una penosa rinuncia solo degli atleti. E che cosa ha fatto il mondo per quella gente? Eppure la Cina non si è spostata di una virgola".
E la sfortuna peggiore?
"Il sorteggio di Atene. Nel pugilato è il 30%. Perché, è vero che devi battere tutti i più forti, ma se non li trovi subito risparmi energie. E io potevo vincere l’oro anche ad Atene. Già, potevo anche suonare la chitarra come papà: ma con un ditone dei miei prendo quattro note insieme".
dal nostro inviatoVincenzo Martucci
gasport

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #57 il: 31 Dicembre 2008, 16:55:11 »
» 2008-12-31 13:18
Boxe: Kaowichit campione mosca Wba
Il thailandese ha battuto per ko il giapponese Sakata
(ANSA) - ROMA, 31 DIC - Il thailandese Densaosan Kaowichit e' diventato campione del mondo dei pesi mosca Wba battendo per ko il giapponese Takefumi Sakata. Il match, che si e' disputato ad Hiroshima, si e' concluso dopo 2'55'' della seconda ripresa quando Kaowichit ha atterrato Sakata con un gancio destro. Il giapponese era il campione in carica.

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #58 il: 03 Gennaio 2009, 16:14:22 »
» 2009-01-03 15:39
Boxe: Nishioka campione supergallo
Giapponese conserva corona Wbc, battuto il messicano Garcia
(ANSA) - ROMA, 3 GEN - Il giapponese Toshiaki Nishioka ha conservato il titolo mondiale dei supergallo Wbc dopo aver battuto il messicano Genaro Garcia. Il match, disputato a Yokohama, si e' concluso alla 12/a ripresa quando l'arbitro ha fermato il combattimento. Per Nishioka, primo giapponese a conquistare la corona Wbc della categoria, si tratta della 33/a vittoria (20/a prima del limite). Garcia, n.7 del ranking Wbc, e' alla sua settima sconfitta su 44 incontri (37 vittorie di cui 21 prima del limite).

Offline panz

  • panz
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 77496
Re: LA GRANDE BOXE
« Risposta #59 il: 03 Gennaio 2009, 16:14:36 »
» 2009-01-03 12:34
Boxe: Wba, Moses campione leggeri
Il namibiano ha sconfitto ai punti il giapponese Kobori
(ANSA) - YOKOHAMA, 3 GEN - Il namibiano Paulus Moses e' diventato campione Wba dei pesi leggeri dopo aver sconfitto ai punti il giapponese Yusuke Kobori. L'incontro, svoltosi a Yokohama, ha visto il verdetto unanime a favore del namibiano. Per Moses, 28 anni, si tratta della 24/esima vittoria su 24 incontri, 17 conclusi prima del limite. Per il pugile di casa invece si tratta della terza sconfitta in carriera.