Autore Topic: Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...  (Letto 9315 volte)

Offline Sempre e solo Juve

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 53417
  • Sesso: Maschio
  • J MY7H
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #15 il: 03 Novembre 2011, 20:44:09 »
Il primo giorno della vicenda non sapevo cosa dire. Ero sotto shock che mi perseguitera per sempre.

Dal secondo giorno in poi, sempre detto che la Telecom era coinvolta.
Le telefonate tra Giacinto Facchetti e alcuni arbitri "costituiscono elemento importante per qualificare una sorta di intervento di lobbing da parte dell'allora presidente dell'inter nei confronti della classe arbitrale" e sono "significative di rapporto di tipo amicale e preferenziale" con "vette non propriamente commendevoli".

SENZA FACCHETTI = NIENTE SCUDETTI !

Offline KaowDam

  • map72
  • PBN Supporter
  • Stella BiancoNera
  • *
  • Post: 7949
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #16 il: 03 Novembre 2011, 21:26:12 »
LiberoCatenaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
...è un pò che non si vede... (?)  :(

Offline Edmond Dantes

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 4676
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #17 il: 15 Maggio 2012, 13:50:20 »
Telecom Italia proporra' alla prossima assemblea degli azionisti l'esercizio dell'azione sociale di responsabilita' contro l'ex ad e vice presidente Carlo Buora, per le vicende relative al procedimento Security.

Fonte RADIOCOR

ps: x chi non lo sapesse, Carlo Buora è stato per anni vicepresidente dell'Inter.
« Ultima modifica: 15 Maggio 2012, 13:52:13 da Edmond Dantes »

Offline Doctor Who

  • The Faith
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 5399
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #18 il: 07 Giugno 2012, 10:59:25 »
Da Tuttosport


Dossier su De Santis. Tavaroli: La ordinò Moratti
Mandate in pesantissima contraddizione anni di versioni interiste e di Moratti soprattutto sulla vicenda dello spionaggio

MILANO - Clamoroso a Milano: al processo Telecom depone, dopo un'udienza andata buca per malore, Giuliano Tavaroli. E manda in pesantissima contraddizione anni di versioni interiste e di Moratti soprattutto sulla vicenda dello spionaggio ai danni di De Santis, ma anche di utenze dei dirigenti juventini Giraudo e Moggi, dello stesso arbitro De Santis (che chiede 21 milioni di risarcimento per lo spionaggio Telecom), i designatori Bergamo e Pairetto e alcune utenze Gea. Tavaroli sotto giuramento ai giudici di Milano conferma quanto asserito in fase d'indagine e contestato (con la Figc a credere al numero 1 interista) che fu proprio Moratti e l'Inter a commissionare l'Operazione Ladroni. «L'operazione Ladroni mi venne commissionata dall'Inter nella persona di Moratti, poi la feci con Facchetti»: lo ha detto Tavaroli rispondendo alla domanda dei legali dell'ex arbitro De Santis, Irma Conti e Paolo Gallinelli.

Questa l'affermazione, ora le domande.
Perché la Figc e Borrelli, allora capo dell'Ufficio Indagini, credettero alla versione Moratti («non ho mai dato alcun mandato a Tavaroli per redigere un dossier su De Santis») senza tenere conto degli interrogatori di Tavaroli, allora in carcere, che aveva parlato dei summit in Saras?

Perché si arrivò all'archiviazione del caso dello spionaggio per improcedibilità (la prescrizione cadde sui pedinamenti a Vieri e altri giocatori), dovuta alla morte sopravvenuta di Giacinto Facchetti?

Perché la Figc non ha mai chiesto ufficialmente al pm milanese Ilda Bocassini gli atti di archiviazione dell'assunzione di informazioni sulla deposizione di Nucini sui fatti poi divenuti accuse al tribunale di Napoli?

E perché l'indagine sui fatti di Telecom non è partita dal maggio 2006 quando Nucini, Cipriani e gli altri protagonisti della vicenda Telecom rilasciavano interviste?

Perché, stando alle parole sotto giuramento di Tavaroli (confermate nell'incidente probatorio di Tronchetti Provera) l'Inter indagava sui protagonisti di Calciopoli tra il dicembre 2002 e l'inizio del 2003, un anno e mezzo prima della Procura di Napoli e del maggiore Auricchio?

E perché l'unico arbitro sotto la lente illegale era De Santis, così come capitato poi a Napoli nell'indagine che ha portato alla semidistruzione della Juventus di Giraudo, Moggi e Capello?

Oltre le domande, oggi una parola sotto giuramento: Tavaroli indica in Moratti colui che commissiona l'indagine, che lo stesso Moratti in Figc nega di aver commissionato. La Juventus che è in causa contro la Figc per la modesta cifra di 443 milioni prenderà visione di quanto sta emergendo ormai ufficialmente in udienza a Milano? Pensiamo di sì.

Alvaro Moretti
TESSERA N° 3   LARGO ALLA GIOVENTU'


Offline Maggiore Roger Healey

  • Fede
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 9881
  • Sesso: Maschio
  • FUORI DALLE PALLE CHI NON ONORA LA MAGLIA
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #19 il: 07 Giugno 2012, 11:04:15 »
Da Tuttosport


Dossier su De Santis. Tavaroli: La ordinò Moratti
Mandate in pesantissima contraddizione anni di versioni interiste e di Moratti soprattutto sulla vicenda dello spionaggio

MILANO - Clamoroso a Milano: al processo Telecom depone, dopo un'udienza andata buca per malore, Giuliano Tavaroli. E manda in pesantissima contraddizione anni di versioni interiste e di Moratti soprattutto sulla vicenda dello spionaggio ai danni di De Santis, ma anche di utenze dei dirigenti juventini Giraudo e Moggi, dello stesso arbitro De Santis (che chiede 21 milioni di risarcimento per lo spionaggio Telecom), i designatori Bergamo e Pairetto e alcune utenze Gea. Tavaroli sotto giuramento ai giudici di Milano conferma quanto asserito in fase d'indagine e contestato (con la Figc a credere al numero 1 interista) che fu proprio Moratti e l'Inter a commissionare l'Operazione Ladroni. «L'operazione Ladroni mi venne commissionata dall'Inter nella persona di Moratti, poi la feci con Facchetti»: lo ha detto Tavaroli rispondendo alla domanda dei legali dell'ex arbitro De Santis, Irma Conti e Paolo Gallinelli.

Questa l'affermazione, ora le domande.
Perché la Figc e Borrelli, allora capo dell'Ufficio Indagini, credettero alla versione Moratti («non ho mai dato alcun mandato a Tavaroli per redigere un dossier su De Santis») senza tenere conto degli interrogatori di Tavaroli, allora in carcere, che aveva parlato dei summit in Saras?

Perché si arrivò all'archiviazione del caso dello spionaggio per improcedibilità (la prescrizione cadde sui pedinamenti a Vieri e altri giocatori), dovuta alla morte sopravvenuta di Giacinto Facchetti?

Perché la Figc non ha mai chiesto ufficialmente al pm milanese Ilda Bocassini gli atti di archiviazione dell'assunzione di informazioni sulla deposizione di Nucini sui fatti poi divenuti accuse al tribunale di Napoli?

E perché l'indagine sui fatti di Telecom non è partita dal maggio 2006 quando Nucini, Cipriani e gli altri protagonisti della vicenda Telecom rilasciavano interviste?

Perché, stando alle parole sotto giuramento di Tavaroli (confermate nell'incidente probatorio di Tronchetti Provera) l'Inter indagava sui protagonisti di Calciopoli tra il dicembre 2002 e l'inizio del 2003, un anno e mezzo prima della Procura di Napoli e del maggiore Auricchio?

E perché l'unico arbitro sotto la lente illegale era De Santis, così come capitato poi a Napoli nell'indagine che ha portato alla semidistruzione della Juventus di Giraudo, Moggi e Capello?

Oltre le domande, oggi una parola sotto giuramento: Tavaroli indica in Moratti colui che commissiona l'indagine, che lo stesso Moratti in Figc nega di aver commissionato. La Juventus che è in causa contro la Figc per la modesta cifra di 443 milioni prenderà visione di quanto sta emergendo ormai ufficialmente in udienza a Milano? Pensiamo di sì.

Alvaro Moretti

Come la interpretiamo, Avv?
Chi la dura, la vince?
No, perchè qua mi si risveglia il Libero Catena che è in me... _asd
INTER MERDA
Il MIO Stefano è la cosa più bella della mia vita! 
Non dimentichiamo il Sic.

Offline leonida

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 10094
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #20 il: 07 Giugno 2012, 11:07:43 »
per chi ha seguito il processo non fernmandosi solo ai titoli dei giornali questa notizia risulta essere un pò stagionata .

è edificante aver visto ieri che molti giornali la riportavano ( non so se lo stesso lo ha fatto la Merdaccia dello sport )

se oramai dal punto di vista prettamente sportivo la juve non può più fare nulla spero almeno che la giustizia ordinaria possa esercitare il proprio diritto punendo chi si è reso colpevole di una azione grave e spregevole
"Io non sono di parte, sono della Juve. E' diverso." (Omar Sivori)

Offline Doctor Who

  • The Faith
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 5399
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #21 il: 07 Giugno 2012, 11:11:12 »
Come la interpretiamo, Avv?
Chi la dura, la vince?
No, perchè qua mi si risveglia il Libero Catena che è in me... _asd

Ti posso dire la mia sensazione: fino a che non riusciamo a chiudere il cerchio, rimaniamo comunque sfavoriti.

E per chiudere il cerchio intendo qualcosa di molto pesante, che smentisca quello che è il teorema calciopoli. Magari con una bella collusione tra il caro dentimarci e gli organi federali.
TESSERA N° 3   LARGO ALLA GIOVENTU'


Offline leonida

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 10094
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #22 il: 07 Giugno 2012, 11:24:36 »
Ti posso dire la mia sensazione: fino a che non riusciamo a chiudere il cerchio, rimaniamo comunque sfavoriti.

E per chiudere il cerchio intendo qualcosa di molto pesante, che smentisca quello che è il teorema calciopoli. Magari con una bella collusione tra il caro dentimarci e gli organi federali.

son d'accordo con te ma penso che tu concorderai con il sottoscritto quando dico che è solamente una utopia .

la stagione del 2006 oramai fa parte della storia ogni qualsivoglia " revisionismo " sarà impossibile perchè troppa gente che detiene il potere mediatico e sportivo e perchè no anche giudiziario è ai vertici delle proprie categorie anche e soprattutto grazie alla merda che ha tirato nei ns confronti 6 anni fa .

è convinzione che" anche  SE tutti rubavano la Juve rubava di più " che SE tutti telefonavano la Juve telefonava di più
oppure , ed io concordo su questo , " Perchè se la Juve riteneva di essere innocente o al max non l'unico capro espiatorio al tempo decise di non difendersi e lo fa ora , con colpevole ritardo , quando i giochi oramai sono belli che fatti ?

"Io non sono di parte, sono della Juve. E' diverso." (Omar Sivori)

Offline Maggiore Roger Healey

  • Fede
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 9881
  • Sesso: Maschio
  • FUORI DALLE PALLE CHI NON ONORA LA MAGLIA
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #23 il: 07 Giugno 2012, 11:58:27 »
per chi ha seguito il processo non fernmandosi solo ai titoli dei giornali questa notizia risulta essere un pò stagionata .

è edificante aver visto ieri che molti giornali la riportavano ( non so se lo stesso lo ha fatto la Merdaccia dello sport )

se oramai dal punto di vista prettamente sportivo la juve non può più fare nulla spero almeno che la giustizia ordinaria possa esercitare il proprio diritto punendo chi si è reso colpevole di una azione grave e spregevole

Avevo anche io la buona lena di leggermi a fondo tutto ciò che riguardava la vicenda ma poi, lo ammetto, mi sono un pò stancato e fatto sopraffare dal sintomo di frustrazione e rassegnazione, riducendomi a quello che "legge solo i titoli".
E' una mia colpa, lo ammetto! ;)
INTER MERDA
Il MIO Stefano è la cosa più bella della mia vita! 
Non dimentichiamo il Sic.

Offline alcor72

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 4752
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #24 il: 07 Giugno 2012, 12:30:11 »
Non credo succederà niente....ma vi dico la verità:
leggere queste notizie l'anno scorso mi alterava molto di più.....

Offline leonida

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 10094
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #25 il: 14 Giugno 2012, 15:10:50 »
TORINO - Narducci spara a Zero sulla Juve. L'ex Pm di Napoli che curò l'inchiesta di Calciopoli ha espresso la sua opinione a "24 mattino" su Radio 24. La prima bordata è per Bonucci e Buffon agli Europei: "Io non avrei portato questi calciatori nella competizione - ha detto Narducci - io sono un integralista da questo punto di vista. Ovviamente la Nazionale doveva andare agli Europei, come successe nel luglio 2006 per i Mondiali. Ma allora, come in questo caso, era opportuno non portare nella competizione persone rimaste coinvolte. Il calcio non può ogni volta solo a parole predicare estremo rigore nei confronti di tutto e di tutti, proporsi di cambiare. Ci vuole coerenza tra i buoni propositi e i fatti. Questa coerenza non sempre c’è”.

AMNISTIA - Narducci non vuole sentire parlare di amnistia per i reati accertati: “È una delle devastanti proposte ciclicamente avanzate - ha detto -. E’ accaduto dopo il calcioscommesse del 1980, fu una delle parole d’ordine nel 2006, ritorna adesso. E’ una parola d’ordine che si propone di non fare i conti con i mali del calcio, di non affrontarli e di cancellarli con un colpo di spugna”.

NESSUNA COLLABORAZIONE - Narducci, che ha pubblicato il libro “Calciopoli. La vera storia” ha poi definito il calcio un “mondo pieno di omertà, dove regna un muro di ipocrisia. Noi abbiamo incontrato un mondo diffidente, ostile, chiuso, che ha offerto una scarsissima collaborazione, se non quasi nulla. Credo sia la caratteristica anche attuale”.

I 30 SCUDETTI - Poi l’ex pm ha lanciato un'altra bomba sulla questione dei 30 scudetti: “Credo si tratti di una provocazione - ha detto Narducci -. Comprendo i dirigenti di una società colpita sul piano sportivo ma le decisioni all’epoca furono giuste e a distanza di anni sono ancora più giuste. Il tentativo ricorrente di rovesciare la verità dei fatti emersa e contrastare le decisioni della giustizia sportiva e degli organi federali è una provocazione pericolosa”.

TAVAROLI - Narducci ha commentato anche le parole dell’ex consulente Telecom Tavaroli che ieri, in un altro processo, ha detto di avere spiato in passato Moggi per conto dell’Inter: “Non è storia nuova - ha detto Narducci -, l’ho ascoltata tante volte in diversi anni. Io ovviamente non conosco cosa ci sia nelle vicende di cui parla Tavaroli, posso dire che quello che può essere accaduto a Milano o altrove, in un periodo antecedente la nostra indagine, non ha nulla a che vedere con quello che storicamente è avvenuto nella nostra indagine”.
"Io non sono di parte, sono della Juve. E' diverso." (Omar Sivori)

Offline leonida

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 10094
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #26 il: 14 Giugno 2012, 15:16:46 »
con questa dichiarazione abbiamo ricevuto l'ennesima prova della malafese della quasi totalità delle persone coinvolte

su buffon e bonucci il pm ha rilasciato dichiarazioni solo per conquistare la prima pagina dei giornali non capendo , o facendo finta di non capire e sapere, che sul portiere non esiste nulla dip enalmente rilevante

quando parla di provocazione sui 30 scudetti vuol dire non prendere minimamente in considerazione ciò che è uscito dopo e che al tempo delle indagini era stato volutamente scartato dagli organi giudicanti

sul dossier tavaroli il pm ammette di conoscere da tempo questa situazione ma in quanto successa PRIMA  degli avvenimenti del 2006 non presa in considerazione
"Io non sono di parte, sono della Juve. E' diverso." (Omar Sivori)

Offline J|Tuono

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 16654
  • Sesso: Maschio
  • MY7H
  • Awards
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #27 il: 14 Giugno 2012, 15:20:06 »
Ciò che è stato scartato tutt'alpiù accusa qualcuno, non scagiona altri

Offline Doctor Who

  • The Faith
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 5399
  • Sesso: Maschio
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #28 il: 15 Giugno 2012, 12:06:06 »
Ciò che è stato scartato tutt'alpiù accusa qualcuno, non scagiona altri

Su questo concordo al 100%.

Ed è proprio quello che intendo quando dico che si dovrebbe chiudere il cerchio.

Certo, Tuono, se leggo QUESTE dichiarazioni da parte di un magistrato:

"“Non è storia nuova - ha detto Narducci -, l’ho ascoltata tante volte in diversi anni. Io ovviamente non conosco cosa ci sia nelle vicende di cui parla Tavaroli, posso dire che quello che può essere accaduto a Milano o altrove, in un periodo antecedente la nostra indagine, non ha nulla a che vedere con quello che storicamente è avvenuto nella nostra indagine”."

mi convinco sempre di più che qualcosa non quadra.
E intendo dire che il complotto risulta essere sempre più evidente. Non lo vede solo chi non lo vuole vedere.

Però noi non possiamo fermarci qui, se vogliamo essere coerenti.

Abbiamo due filoni: da un lato Moggi che difende il suo operato. Dall'altro Tavaroli che appalesa le iniziative sporche di Moratti.

Noi possiamo uscire dalla melma soddisfatti solo se raggiungiamo la dimostrazione che il complotto e' stato messo in atto nei confronti di un soggetto innocente.
Perché altrimenti ci fermiamo al discorso Pantani: l'ingiustizia di punire uno per quello che facevano tutti.
In sè sarebbe anche un discorso corretto, perché è una situazione non giusta.
Ma per giustizia portare ad una sola conclusione: vanno puniti tutti, e non "sono tutti da salvare".

Quindi o si dimostra che son tutte balle, o comunque la nostra storia rimane macchiata.
TESSERA N° 3   LARGO ALLA GIOVENTU'


Offline J|Tuono

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 16654
  • Sesso: Maschio
  • MY7H
  • Awards
Re:Processo Telecom: come tornano di moda le vecchie abitudini...
« Risposta #29 il: 15 Giugno 2012, 14:29:48 »
Ma vedi, io sarò realmente felice se a breve qualcuno stabilisse che i Carabinieri, o quella commissione giudicante, omisero (si dice così?) volontarialmente le intercettazione riguardanti l'Inter, e le altre che son state ignorate, e di conseguenza intanto mettessero a giudizio loro, poi data la dolosità dell'atto cadesse da la prescrizione e la relazione di un anno fa di palazzi divenisse la base di un processo e non un documento fine a se stesso

Ma da qui a dire che Moggi non ha fatto niente e che era un santo ce ne passa davvero molto

 


I marchi Juventus, Juve e il logo sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. SpA. Questo sito non è in alcun modo autorizzato da o connesso con la Juventus F.C. SpA o il sito ufficiale del club. Il link a siti esterni non implica il riconoscimento degli stessi da parte di PBN.com. Per segnalazioni, suggerimenti, critiche, richieste e quant'altro scrivi a:
webmaster@pianetabianconero.com