Autore Topic: Rugby, l'Italia entra in Celtic League!  (Letto 1593 volte)

Offline Rick

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 2381
  • Sesso: Maschio
  • I GIOCATORI PASSANO, LA JUVENTUS RESTA PER SEMPRE
Rugby, l'Italia entra in Celtic League!
« il: 08 Marzo 2010, 17:09:41 »
COMUNICATO STAMPA FIR - CELTIC RUGBY   

La FIR Informa

Lunedì 08 Marzo 2010 16:42

Celtic Rugby e FIR sono liete di annunciare che dalla stagione 2010/2011 la Magners League includerà due squadre dall’Italia.



La decima stagione del torneo vedrà la Magners League espandersi a 4 nazioni con l'Italia che si aggiunge ad Irlanda, Scozia e Galles in una competizione internazionale di alto livello per 12 squadre progettata per migliorare sia gli standard di gioco che l’appetibilità commerciale nelle Nazioni coinvolte.


Le tre Union celtiche hanno acconsentito all’unanimità all’introduzione di due nuove super-squadre italiane e l’accordo quadriennale vedrà Benetton Treviso e Aironi Rugby affrontare i Campioni in carica del Munster e le altre nove squadre Celtiche secondo un calendario di andata e ritorno.

La scelta di accogliere le squadre Italiane arriva alla fine di un processo di revisione sull’attuabilità di un ampliamento della competizione: l’analisi dettagliata e le dovute verifiche sono state effettuate dal dipartimento sportivo di Deloitte e si sono concentrare sulla capacità a lungo termine di sostenere economicamente le squadre e di impegnarsi nella lega.

L’ampliamento della competizione non comporterà l’allungarsi della stagione, dal momento che gli incontri si disputeranno anche durante le finestre internazionali del mese di novembre e del 6 Nazioni.

David Jordan, direttore di Celtic Rugby, ha detto: “Si tratta di un nuovo, grande passo avanti per la Magners League e fa seguito alla decisione di passare ad un sistema di play-off per le prime quattro classificate per determinare la squadra campione. Oltre a garantire un numero maggiore di impegni agonistici per le squadre già partecipanti, l’inclusione italiana garantirà maggiori benefici economici e una maggiore visibilità in Europa. L’implementazione dei Play-off e della Grand Final, già dalla stagione in corso, ha già fatto registrare un miglioramento della competitività della Magners League e l’ingresso di due squadre italiane con molti atleti internazionali darà un’ulteriore spinta alla competizione. Da un punto di vista operativo questo cambiamento presenta sia nuove sfide che nuove opportunità, e l’ingresso italiano aumenterà considerevolmente l’appeal del nostro prodotto. Le squadre italiane potranno contare su moltissimi atleti della Nazionale, dell’Italia A e dell’Under 20, oltre che su alcuni atleti stranieri di altissimi livello che potranno aggiungere qualità ed interesse al torneo”.

In merito al raggiungimento dell’accordo tra FIR e il Board di Celtic Rugby il Presidente della Federazione Italiana Rugby, Giancarlo Dondi, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Sono molto soddisfatto che, dopo mesi di intense trattative, sia stato raggiunto un accordo che vedrà due squadre italiane al via della prossima Magners Celtic League. Desidero ringraziare il Board di Celtic Rugby, in particolare il Presidente John Hussey e il Direttore David Jordan, per la collaborazione che ci hanno dimostrato in questi mesi e, al tempo stesso, voglio rivolgere un ringraziamento al Presidente della Benetton Treviso Amerino Zatta e a Silvano Melegari, Presidente degli Aironi Rugby, per avermi affiancato durante tutto il periodo di trattativa. Sono certo che la partecipazione alla Magners Celtic League porterà vantaggi a tutto il nostro movimento e avrà ripercussioni positive sulla competitività della nostra Nazionale”.

Federugby




Speriamo sia l'inizio di una nuova era per il rugby italiano!
ART. 21 PRIMO COMMA COSTITUZIONE: "TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO, CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE".

PURTROPPO TANTE PERSONE NON LO CONOSCONO O FANNO FINTA DI NON CONOSCERLO.

Offline Midnight

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 14061
  • CI AVETE ROTTO IL CALCIO!
Re:Rugby, l'Italia entra in Celtic League!
« Risposta #1 il: 08 Marzo 2010, 20:50:49 »
eccellente,non potra che far bene a tutto il nostro movimento confrontarsi con quegli squadroni.
sarà dura, come al 6 nazioni,anzi di piu, ma non ci si deve scoraggiare e imparare tutto quello che si puo dai signori di questo sport.

e poi in fondo i legionari romani i celti li conquistarono gia una volta,no? ^^

Offline Rick

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 2381
  • Sesso: Maschio
  • I GIOCATORI PASSANO, LA JUVENTUS RESTA PER SEMPRE
Re:Rugby, l'Italia entra in Celtic League!
« Risposta #2 il: 08 Marzo 2010, 21:24:47 »
eccellente,non potra che far bene a tutto il nostro movimento confrontarsi con quegli squadroni.
sarà dura, come al 6 nazioni,anzi di piu, ma non ci si deve scoraggiare e imparare tutto quello che si puo dai signori di questo sport.

e poi in fondo i legionari romani i celti li conquistarono gia una volta,no? ^^

In questo caso però saranno due squadre del nord, della padania tanto cara a bossi......
ART. 21 PRIMO COMMA COSTITUZIONE: "TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO, CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE".

PURTROPPO TANTE PERSONE NON LO CONOSCONO O FANNO FINTA DI NON CONOSCERLO.

Offline Rick

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 2381
  • Sesso: Maschio
  • I GIOCATORI PASSANO, LA JUVENTUS RESTA PER SEMPRE
Re:Rugby, l'Italia entra in Celtic League!
« Risposta #3 il: 10 Marzo 2010, 19:44:57 »
CELTIC LEAGUE: TREVISO E AIRONI, LE PROBABILI ROSE DEI GIOCATORI

Con l'ufficialità dell'ingresso di Aironi e Treviso in Celtic League è subito partito il bailamme di voci su possibili colpi di mercato, su come verrà gestito il rapporto tra le franchigie e i club italiani e sulla reale competitività delle due squadre. Ho voluto fare un rapido giochino, senza pretesa di essere esatto o perfetto, sul possibile futuro delle due rose celtiche. E' un lavoro fatto basandomi sulle vecchie liste di giocatori d'interesse nazionale e sulle ultime convocazioni in Nazionale maggiore, A e Under 20. Vediamo cosa ne è uscito.

E' possibile, anzi probabilissimo, che abbia sbagliato ad assegnare ad alcuni giocatori la squadra di appartenenza o abbia dimenticato qualcuno. Mi sono basato sui dati ultimi della Fir, precedenti al mercato estivo, e poi sono andato a memoria. Vi fossero delle imprecisioni, segnalatele prontamente così posso modificare le possibili rose.
Le rose (e so già che questo farà arrabbiare qualcuno) sono state pensate riunendo nel Benetton Treviso i giocatori attualmente sotto contratto nei club del Veneto, mentre per gli Aironi sono state considerate le formazioni emiliane. Ho lasciato, al momento, fuori i giocatori all'estero (e ho escluso quelli che difficilmente torneranno quest'anno) e quelli degli altri club italiani sparsi sul territorio, per evitare un fantamercato assurdo. Ecco, quindi, a oggi, come potrebbero essere ipoteticamente le rose delle due formazioni celtiche. Ripeto, ogni correzione è ben accetta!

BENETTON TREVISO

PILONI: Lorenzo CITTADINI, Andrea CECCATO, Ignacio ROUYET, Andrea DE MARCHI, Nicola CORBANESE, Massimiliano RAVALLE, Ornel GEGA, Piermaria LESO, Pedro DI SANTO

TALLONATORI: Leonardo GHIRALDINI, Franco SBARAGLINI

SECONDE LINEE: Antonio PAVANELLO, Tommaso REATO, Enrico TARGA

TERZE LINEE: Alessandro ZANNI, Robert BARBIERI, Paul DERBYSHIRE, Marco BARBINI, Silvio ORLANDO

MEDIANA: Andrea MARCATO, Simon PICONE, Fabio SEMENZATO, Riccardo BO*****O, Pietro TRAVAGLI, Alberto CHILLON

CENTRI: Gonzalo GARCIA, Enrico PATRIZIO, Tommaso BENVENUTI, Andrea PRATICHETTI, Marco NEETHLING

ALI: Alberto SGARBI, Andrea BACCHETTI, Costantino RICCIARDI, Alberto ZORZI

ESTREMO: Luke MCLEAN, Ruggero TREVISAN, Alberto BENETTIN

AIRONI VIADANA

PILONI: Alberto DE MARCHI, Lorenzo ROMANO, Carlo FAZZARI, Mirko RAPONE, Plinio SCIAMANNA

TALLONATORI: Luigi FERRARO, Andrea MANICI, Antonio DENTI, Davide GIAZZON

SECONDE LINEE: Carlo Antonio DEL FAVA, Quintin GELDENHUYS, Lorenzo SANTELLI, Joshua FURNO

TERZE LINEE: Simone FAVARO, Francesco MINTO, Josh SOLE, Manoa VOSAWAI, Filippo FERRARINI, Jaco ERASMUS

MEDIANA: Pablo CANAVOSIO, Tito TEBALDI, Giovanni ALBERGHINI, Andrea BRANCOLI, Michael WILSON

CENTRI: Gilberto PAVAN, Roberto QUARTAROLI, Tommaso IANNONE, Denis MAJSTOROVIC, Michele MORTALI

ALI: Riccardo PAVAN, Matteo PRATICHETTI, Kaine ROBERTSON, Michele SEPE, Samuele PACE, Giovambattista VENDITTI

ESTREMO: Giulio RUBINI, Nicola SINTICH

Altri giocatori d’interesse nazionale

Matias AGUERO (Saracens), Marco BORTOLAMI (Gloucester RFC), Gonzalo CANALE (Clermont Auvergne), Santiago DELLAPE' (Racing Metro Paris), Craig GOWER (Bayonne), Andrea MASI (Racing Metro Paris), Fabio ONGARO (Saracens), Salvatore PERUGINI (Bayonne), Valerio BERNABO’ (Roma), Luciano ORQUERA (Brive), Giulio TONIOLATTI (Roma), Tommaso D'APICE (Roma), Edoardo GORI (Prato),Luca PETILLO (Prato), Sebastian RODWELL (Firenze), Maurizio ALUIGI (Calvisano), Nicola BELARDO (Napoli), Vittorio CALLORI DI VIGNALE (Primavera Rugby), Filippo CAZZOLA (Livorno), Guglielmo PALAZZANI (Calvisano), Stefano SCANFERLA (Calvisano), Gabriele CICCHINELLI (Roma), Paolo BUSO (Roma)

N.B. per chi, giustamente, parlerà di depredare i club per favorire Treviso e Viadana ripropongo la mia soluzione espressa già a dicembre 2008: i giocatori restano di proprietà delle società di origine e vengono prestati alle franchigie, che li pagano con i contributi Fir previsti. Quando non convocati per la CL possono giocare in campionato con la loro squadra di club e, una volta finita l'esperienza celtica, tornano a essere al 100% di proprietà del proprio club di origine.

Duccio Fumero - rugby1823blogsfere. it
ART. 21 PRIMO COMMA COSTITUZIONE: "TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO, CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE".

PURTROPPO TANTE PERSONE NON LO CONOSCONO O FANNO FINTA DI NON CONOSCERLO.

Offline Rick

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 2381
  • Sesso: Maschio
  • I GIOCATORI PASSANO, LA JUVENTUS RESTA PER SEMPRE
Re:Rugby, l'Italia entra in Celtic League!
« Risposta #4 il: 12 Marzo 2010, 11:10:02 »
BORTOLAMI IL PRIMO COLPO DEGLI AIRONI

Era già stato annunciato nei giorni scorsi, ma mancava l'ufficialità. Invece Marco Bortolami è uscito allo scoperto e ieri ha ammesso di aver firmato un contratto che lo legherà dalla prossima stagione agli Aironi, una delle due franchigie italiane ammesse alla Celtic League. La seconda linea, quindi, torna in Italia dopo le esperienze in Francia e Inghilterra e "tradisce" il suo Veneto per accasarsi a Viadana.

Le parole di Bortolami, apparse sul sito del Viadana, sposano il progetto e spiegano la scelta di vita della seconda linea attualmente impegnato con il Gloucester. "Ho accettato con entusiasmo l’ opportunità di far parte della franchigia degli Aironi Rugby per le prossime tre stagioni in un torneo europeo di altissima qualità che a mio avviso si potrà equiparare ai suoi omologhi di Inghilterra e Francia. Ho accettato la proposta degli Aironi valutando attentamente il progetto articolato e completo che mi è stato sottoposto che mi è sembrato di alta qualità sia per la mia carriera, che nella prospettiva di crescita e sviluppo del rugby italiano in chiave europea e mondiale. Le mie origini padovane, sia di nascita che di formazione rugbystica non saranno affatto tradite, ma messe al servizio di un progetto, quello degli Aironi Rugby, che considero di primo livello”.
Marco è nato a Padova il 12 giugno 1980 e tra il 1999 e il 2004 ha vestito la maglia della squadra della sua città. Dal 2004 al 2006 ha giocato in Francia, nel Narbonne, prima di spostarsi in Inghilterra, nel Gloucester, dove ha anche indossato la fascia da capitano. In nazionale vanta 80 presenze.

Duccio Fumero - Rugby1823blogsfere. it
ART. 21 PRIMO COMMA COSTITUZIONE: "TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO, CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE".

PURTROPPO TANTE PERSONE NON LO CONOSCONO O FANNO FINTA DI NON CONOSCERLO.

Offline Rick

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 2381
  • Sesso: Maschio
  • I GIOCATORI PASSANO, LA JUVENTUS RESTA PER SEMPRE
Re:Rugby, l'Italia entra in Celtic League!
« Risposta #5 il: 12 Marzo 2010, 12:43:36 »
COMUNICATO STAMPA FIR - CAMPIONATO D'ECCELLENZA 2010/2011   
      
La FIR Informa

Venerdì 12 Marzo 2010 11:00

La Federazione Italiana Rugby, a seguito dell’ingresso nella Magners Celtic League di Benetton Treviso e Aironi Rugby a partire dalla stagione sportiva 2010/2011 desidera precisare quanto segue:

a) l’ingresso nella Magners Celtic League arriva a conclusione di un lungo processo di revisione interna alla Federazione, revisione che ha sottolineato la necessità di garantire un approdo pienamente professionistico in grado di innalzare la qualità complessiva del movimento, dalla base sino alla Squadra Nazionale

b) la Federazione, di concerto con Benetton Treviso e Aironi Rugby, si impegnerà affinchè la partecipazione alla Magners Celtic League sia strumento per garantire la permanenza in patria dei migliori giocatori italiani e il rientro in Italia di quanti nelle ultime stagioni hanno militato in Club o Franchigie estere

c) è opinione della Federazione che la partecipazione continuativa di due entità sportive italiane ad una competizione di carattere europeo di alto livello quale Magners Celtic League contribuirà significativamente – come già accaduto nell’ultimo decennio con la partecipazione della Squadra Nazionale al Torneo delle Sei Nazioni – ad una crescita di cui beneficerà l’intero movimento rugbistico italiano ad ogni livello

d) relativamente alla struttura del campionato italiano d’Eccellenza, che manterrà il proprio status di massima competizione rugbistica nazionale, la Federazione – come già precedentemente comunicato tramite gli organi di comunicazione istituzionali -  conferma che a partire dalla stagione 2010-2011, tale campionato sarà composto da dodici squadre suddivise in due gironi meritocratici di sei squadre. Le prime tre classificate di ogni girone parteciperanno alla poule scudetto. Le ultime tre classificate di ogni girone, invece, parteciperanno alla poule retrocessione. Le squadre promosse dalla serie A al campionato Super 12 saranno tre, mentre dal Super 10 retrocederà in serie A l’ultima classificata. Il titolo di Campione d’Italia verrà assegnato tramite una finale che vedrà affrontarsi la prima e la seconda classificata della poule scudetto. L’incontro si disputerà sul campo di gioco della prima classificata.

e) Tenuto conto che il Campionato Italiano di Eccellenza è la massima espressione del rugby nazionale, nel caso in cui una Società che abbia acquisito il diritto alla partecipazione non si iscriva al Campionato, e in qualunque altro caso che determini la riduzione del numero delle squadre aventi diritto, non sarà effettuato alcun ripescaggio, fatta salva la necessità di raggiungere un numero pari delle partecipanti.

f) Per quanto attiene il Campionato Italiano di Serie A 2010/2011 la Federazione informa sin da ora che la composizione dei due Gironi di tale campionato, a partire dalla prossima stagione, avverrà secondo criteri di territorialità.


Federugby
ART. 21 PRIMO COMMA COSTITUZIONE: "TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO, CON LA PAROLA, LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE".

PURTROPPO TANTE PERSONE NON LO CONOSCONO O FANNO FINTA DI NON CONOSCERLO.

 


I marchi Juventus, Juve e il logo sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. SpA. Questo sito non è in alcun modo autorizzato da o connesso con la Juventus F.C. SpA o il sito ufficiale del club. Il link a siti esterni non implica il riconoscimento degli stessi da parte di PBN.com. Per segnalazioni, suggerimenti, critiche, richieste e quant'altro scrivi a:
webmaster@pianetabianconero.com