Autore Topic: Altra assoluzione per Moggi  (Letto 6219 volte)

Offline libero_catena

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 5821
  • Sesso: Maschio
Altra assoluzione per Moggi
« il: 09 Giugno 2009, 17:45:00 »
PARTITE TRUCCATE, MOGGI   

 
LA SPUNTA AL TRIBUNALE DI LECCE

Ormai ai corridoi dei tribunali c’è abituato quasi come a quelli degli spogliatoi degli stadi. Non che fosse una causa in grado di metterlo in ginocchio, che in ginocchio l’ex ferroviere approdato alle alte sfere del calcio, quello di chi tiene in mano i fili del gioco, sembra non finirci mai veramente, per ora, anche se la questione “calciopoli” è un libro tutto da scrivere. Certo è che per adesso le prime sentenze non l’hanno abbattuto del tutto, e così ha sempre trovato un modo per riciclarsi, “Lucky Luciano”. Un libro, delle collaborazioni, dichiarazioni sulla stampa. Esce di scena da una parte, rientra dall’altra, magari in sordina, rispetto al passato, ma per lui, bene o male, c’è sempre uno spazio in cui infilarsi. L’ultima vicenda, quella di Lecce, che LeccePrima vi racconta in anteprima assoluta, non entrerà nella storia, ma val la pena di essere raccontata. Una causa civile davanti al giudice di pace, più simbolica che altro, perché la cifra richiesta da alcuni tifosi salentini (undici in tutto, e sembra quasi un’allegoria, questa coincidenza con il numero di calciatori in campo di una singola squadra), infuriati per alcune presunte combine, era a titolo di risarcimento, per un totale di qualche migliaio di euro. E dal tribunale civile di Lecce, giudice Cosimo Rochira, arriva ora la sentenza, datata 14 maggio e depositata nei giorni scorsi: la domanda è infondata, non viene accolta. Uno smacco per chi l’aveva promossa.

Al di là della modica cifra richiesta, 167 euro e 78 centesimi per ognuno dei tifosi (i promotori della causa erano rappresentati dagli avvocati Nicola Saracino, Domenico Romito e Maurizio Sapio), rimasti offesi nell’onore in quanto ritenevano di essere stati buggerati, avendo assistito, a loro dire, ad un paio di gare truccate al “Via del Mare” (Lecce-Juventus del 14 novembre 2004 e Lecce-Parma del 29 maggio 2005, ed in questo secondo caso entra in gioco l’ex arbitro Massimo De Santis), la questione avrebbe avuto un significato di qualche rilievo se Moggi avesse perso, più che altro perché si sarebbe creato un precedente a lui sfavorevole, un tassello tra i tanti da essere preso in esame eventualmente in processi di altra levatura, in cui la sua posizione è ancora in bilico. E invece, da Lecce arriva un triplice fischio che mette l’ex direttore generale della Juventus al riparo da quest’ulteriore problema. Ad essere chiamati a rispondere di quei fatti erano stati, oltre a Moggi, difeso dagli avvocati Alessandro Riscossa, Massimo Bellardi, Lorenzo Valente Renda e Alessandro Valente Renda, ovviamente, anche la Juventus Fc, rappresentata dai legali Luca Sambati, Michele Ferroglio e Romano Valentini, ed il già citato ex fischietto Massimo De Santis, difeso da Silvia Morescanti e Francesco Giordani.

LA STORIA

Il 30 ottobre del 2005 gli undici tifosi che avevano in precedenza assistito alle gare con Juventus e Parma, sulla scorta della bufera “calciopoli”, decisero di trascinare la Juve, Moggi e De Santis in tribunale per farsi risarcire moralmente, e non solo. Cifra simbolica, si diceva, ma più che altro, agli occhi del cronista, la questione si presentava interessante per gli eventuali, successivi effetti a catena che si sarebbero potuti generare. A supporto delle tesi, quei colloqui telefonici fra De Santis e Moggi, intercettati e diventati oggetto d’inchiesta in sede sportiva, con tanto di ormai note sentenze della Caf e della Corte federale che chiudevano nello smacco e nel fango la storia degli ultimi anni di alcuni tra i più affermati club sulla scena internazionale. Tutte questioni finite sulle pagine dei grandi giornali, che vi hanno speso chili d’inchiostro. Alla causa promossa dai tifosi leccesi, la Juventus si oppose sollevando eccezione d’incompetenza territoriale, Moggi rispose che per lui la questione non esisteva proprio, e anche De Santis chiese il rigetto della domanda. La macchina processuale partì comunque, anche perché il giudice si dichiarò competente a vagliare la causa, tecnicamente sulla scorta di sentenze della Cassazione in materia di diritti di obbligazione, anche di origine extracontrattuale. Memorabile l’apparizione in udienza di Luciano Moggi, a Lecce, verso la fine di ottobre dello scorso anno: attorniato dalla gente che lo vide arrivare, scattò con molti anche foto ricordo. Ognuno vive la tensione di una causa a modo suo.

Per farla breve, si arriva ai giorni nostri: è del 17 aprile scorso la deposizione delle memorie conclusive. E ora, ecco il verdetto: niente da fare, la domanda è infondata. Il giudice, nei motivi della decisione, ricorda come Moggi e De Santis non abbiano fornito confessione, durante le udienze, in merito ai fatti contestati, mentre se dalla Juventus non è venuto alcun dirigente a deporre, è perché oggetto del contendere riguardava la precedente gestione sociale. E in buona sostanza, i promotori della causa non avrebbero provato in alcun modo, a loro volta, “il fatto storico”. Pesano, però, forse, soprattutto alcuni fatti: il giudice non ha ritenuto utilizzabili del tutto né le sentenze degli organi di giustizia sportiva, dato che si tratta di procedimenti sostanzialmente diversi, per struttura, dal giudizio ordinario, né le intercettazioni telefoniche.

Quest’ultime non avrebbero valenza probatoria, in un processo diverso da quello per cui sono state disposte. Tanto più che proprio le intercettazioni non sarebbero riferibili alla gara Lecce-Juventus, ovvero una delle due prese in esame. In parole povere: non è stato possibile accertare un nesso di casualità fra il presunto illecito ed il danno che gli undici tifosi avrebbero subito. L’unica nota più o meno lieta per chi ha promosso il procedimento: “Le spese di lite – scrive il giudice -, per motivi di equità, sono compensate tra le parti, stante la particolarità e novità della fattispecie”. Insomma, almeno su questo fronte, è spuntato il segno “X”.

Emilio Faivre
 

Offline libero_catena

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 5821
  • Sesso: Maschio
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #1 il: 09 Giugno 2009, 17:45:42 »
Ah beh... con tutte le prove che c'erano.... ;D

Offline Doctor Who

  • The Faith
  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 5399
  • Sesso: Maschio
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #2 il: 09 Giugno 2009, 17:53:36 »
Che cagata. Hanno dovuto scomodare Riscossa per una roba del genere...

Comunque anche sta sentenza, motivazioni spettacolari, eh..

L'unica cosa che mi piace è questa:

"il giudice non ha ritenuto utilizzabili del tutto né le sentenze degli organi di giustizia sportiva, dato che si tratta di procedimenti sostanzialmente diversi, per struttura, dal giudizio ordinario, né le intercettazioni telefoniche"

Dire che sono procedimenti diversi per struttura dal giudizio ordinario è un modo molto elegante per dire che sono stati una buffonata...
TESSERA N° 3   LARGO ALLA GIOVENTU'


PITTSBURGH STEELERS

  • Visitatore
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #3 il: 09 Giugno 2009, 17:59:08 »
Ahahahahahaha quante prove sì, quanteeeeee partite truccate..... ;D _asd ;D _asd

Offline Pete Bondurant

  • Ashe
  • Amministratore
  • Stella BiancoNera
  • *
  • Post: 33139
  • Sesso: Maschio
  • La rason la xe dei mussi
    • Ciro Ferrara!
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #4 il: 09 Giugno 2009, 18:01:01 »
La B mi sembra una pena congrua!
Era un giorno magico e sei nata tu... Una fresca immagine e un nome GIOVENTU'

PITTSBURGH STEELERS

  • Visitatore
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #5 il: 09 Giugno 2009, 18:02:15 »
Sì ed io ci aggiungerei anche la penalizzazione! Così siam più simpatici.....;D _asd

Offline Pete Bondurant

  • Ashe
  • Amministratore
  • Stella BiancoNera
  • *
  • Post: 33139
  • Sesso: Maschio
  • La rason la xe dei mussi
    • Ciro Ferrara!
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #6 il: 09 Giugno 2009, 18:03:08 »
Sì ed io ci aggiungerei anche la penalizzazione! Così siam più simpatici.....;D _asd

Taccagno!

Diamo via anche un paio di scudetti per restare sul sicuro!
Era un giorno magico e sei nata tu... Una fresca immagine e un nome GIOVENTU'

Offline luke_bianconero

  • BiancoNero veterano
  • ****
  • Post: 2363
  • Sesso: Maschio
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #7 il: 09 Giugno 2009, 18:03:50 »
Taccagno!

Diamo via anche un paio di scudetti per restare sul sicuro!
he si bastardi
Fiero di essere gobbo !!!!!!!!!!!!!!!!!

ANTI INTER 4EVER!!!!!!

PITTSBURGH STEELERS

  • Visitatore
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #8 il: 09 Giugno 2009, 18:05:01 »
Hai ragione......così quando ci esibiremo in tutti gli stadi d'Italia non grideranno più che rubiamo e ci rispetteranno.  ;D

Offline Pete Bondurant

  • Ashe
  • Amministratore
  • Stella BiancoNera
  • *
  • Post: 33139
  • Sesso: Maschio
  • La rason la xe dei mussi
    • Ciro Ferrara!
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #9 il: 09 Giugno 2009, 18:06:35 »
Hai ragione......così quando ci esibiremo in tutti gli stadi d'Italia non grideranno più che rubiamo e ci rispetteranno.  ;D

E' finita proprio così!  _asd
Era un giorno magico e sei nata tu... Una fresca immagine e un nome GIOVENTU'

PITTSBURGH STEELERS

  • Visitatore
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #10 il: 09 Giugno 2009, 18:10:43 »
Hai visto....con 5-6 posts abbiamo "ricostruito" l'intera vicenda.  ;D _asd

Offline Sempre e solo Juve

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 54002
  • Sesso: Maschio
  • J W8NDERFUL
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #11 il: 09 Giugno 2009, 21:36:20 »
Hai ragione......così quando ci esibiremo in tutti gli stadi d'Italia non grideranno più che rubiamo e ci rispetteranno.  ;D

Questo è quello che conta.
Le telefonate tra Giacinto Facchetti e alcuni arbitri "costituiscono elemento importante per qualificare una sorta di intervento di lobbing da parte dell'allora presidente dell'inter nei confronti della classe arbitrale" e sono "significative di rapporto di tipo amicale e preferenziale" con "vette non propriamente commendevoli".

SENZA FACCHETTI = NIENTE SCUDETTI !

Offline AlexTheKid

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 11917
  • Sesso: Maschio
  • BIANCONERO E'....... ALTRO COLORE NN C'E'!
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #12 il: 09 Giugno 2009, 23:14:41 »
Hai ragione......così quando ci esibiremo in tutti gli stadi d'Italia non grideranno più che rubiamo e ci rispetteranno.  ;D
Inoltre saremo a tutti finalmente s i m p a t i c i s s i m i ::)
«Vinca la Juve o vinca il migliore? Sono fortunato, spesso le due cose coincidono». L' Avvocato

Offline alexdp

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 14419
  • Sesso: Femmina
  • Francesca
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #13 il: 10 Giugno 2009, 11:05:35 »
Giudice di pace assolve Moggi: Non c’è stato illecito sportivo

Undici abbonati del Lecce hanno chiesto i danni per le gare con Fiorentina e Juve, ma per l’avvocato Rochira non esistono prove oggettive
ROMA, 10 giugno - Un rivolo di Calciopoli, lontanissimo dai riflettori del tribunale di Napoli. Eppure davanti al Giudice di Pace di Lecce, avvocato Cosimo Ro­chira, c’era un pezzetto non indifferente della storia pro­cessuale che ha sconvolto il calcio nel 2006: undici abbo­nati del Lecce chiedevano 165,78 euro di danni a Mog­gi e De Santis per le dome­niche trascorse al Via del Mare a guardare due gare molto presenti nei faldoni napoletani, Lecce-Fiorentina e Lecce-Juventus e sanzio­nate dal giudizio sportivo. Chiamata in giudizio con i due presunti cupolari, la Ju­ventus. Ecco che il 14 maggio (proprio l’anniversario di Pe­rugia- Juventus?) il giudice di pace leccese ha respinto la ri­chiesta formulata il 30 otto­bre 2006. Interessante la motivazione resa pubblica in queste ore con la quale Ro­chira spiega la sua decisione, che è - in assoluto - la prima sentenza di un tribunale del­lo Stato sulle vicende di Cal­ciopoli intese come illeciti sportivi. Il giudice Rochira non ritiene che il comportamento pro­cessuale della Juventus «che non si presentava a rendere interrogatorio formale, non può far ritenere come am­messi i fatti dedotti, poiché i fatti di cui al procedimento sono riferibili ad altra gestio­ne ». Insomma: che la nuova Juve non abbia partecipato al processo di Lecce non è stato ritenuto rilevante. Il problema per chi accusava Moggi e De Santis è che «non è stato in alcun modo prova­to il fatto descritto», ovvero niente combine tra Moggi e De Santis, niente cupola per due dei cupolari di spicco del processo di Napoli (anche se De Santis per un vizio di for­ma dovrà attendere una nuova udienza preliminare). Eppoi «il Giudicante non ri­tiene inoltre pienamente uti­lizzabili le sentenze rese da­gli organi di giustizia sporti­va essendo quest’ultimo giu­dizio strutturalmente diver­so rispetto al giudizio ordina­rio. Né si ritiene - ecco il bello - che le intercettazioni telefo­niche richiamate nel corso del giudizio (ma non ce ne so­no proprio per Lecce-Juven­tus, mentre per Lecce-Fio­rentina favorirebbero la Fio­rentina e non la Juve, ndr) possano avere valenza pro­batoria, non essendo utiliz­zabili in un procedimento di­verso da quello nel quale es­se sono disposte». Traduzio­ne: niente prova di un patto Moggi-De Santis, considera­to il braccio armato dell’ex dg dai pm di Napoli; inutilizza­bilità delle intercettazioni in altri procedimenti che non sia quello penale di Napoli. Ma questa era stata una del­le eccezioni principali respin­te senza tema da Caf, Corte Federale, Arbitrato Coni e perfino Tar. «Il processo spor­tivo s’è basato tutto su inter­cettazioni inutilizzabili in al­tri procedimenti se non in quello di Napoli»,- dice l’av­vocato Silvia Morescanti, le­gale dell’ex arbitro. Ecco poi Paco D’Onofrio, del collegio legale di Moggi: «E’ la prima sentenza che esclude un pat­to illecito tra Moggi e De Santis: non c’è la prova og­gettiva ed effettiva di quel­l’illecito consumato che ha portato alle condanne sporti­ve pesanti per i tesserati e la Juventus: cade anche il pre­supposto dell’utilizzabilità delle uniche prove su cui si sono basati i giudici per mandare quasi in C la Juve!»

ARBITRATO CONI - Intan­to il 16 giugno Alessandro Moggi, Franco Zavaglia e Pasquale Gallo discuteran­no il loro arbitrato di fronte al Tribunale dell’arbitrato Coni contro le pesanti squa­lifiche comminate dalla Figc.

Alvaro Moretti

tuttosport
09/11/1974.....E' NATO UN CAMPIONE!  "Mi ricordo tutte le esultanze, tutti gli abbracci.E allora, arrivati al duecentocinquantesi mo, voglio abbracciare io tutti quelli che hanno esultato, in campo al mio fianco, così come a migliaia di chilometri di distanza. Grazie soprattutto a chi mi sarebbe stato vicino anche se non fossi arrivato a 250, ma mi fossi fermato al primo." Alex

Offline franco causio68

  • Stella BiancoNera
  • *****
  • Post: 10921
  • Sesso: Maschio
  • Damiano
Re:Altra assoluzione per Moggi
« Risposta #14 il: 10 Giugno 2009, 11:16:15 »
queste sentenze oltre che ovvie
a me danno un incazzatura ancora maggiore,
ormai il danno è stato fatto,
io prenderei a badilate i vertici della società
che non fece nulla per difendersi,fare ricorso
anzi UNICO CASO AL MONDO , SUGGERI LA SENTENZA AI GIUDUCI

ormai lo sputtanatmento è stato fatto +Angry +Angry +Angry +Angry
tahiticora-Jaime Koeppe-Elizabeth Marxs

 


I marchi Juventus, Juve e il logo sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. SpA. Questo sito non è in alcun modo autorizzato da o connesso con la Juventus F.C. SpA o il sito ufficiale del club. Il link a siti esterni non implica il riconoscimento degli stessi da parte di PBN.com. Per segnalazioni, suggerimenti, critiche, richieste e quant'altro scrivi a:
webmaster@pianetabianconero.com