Altri sports > Tutto il resto

Il topic della NBA

(1/364) > >>

PITTSBURGH STEELERS:
Per quel poco che resta fino all'inizio della regular season!!

Itto Ogami:
NEW YORK (Usa), 18 settembre 2008 - "Siamo estremamente ottimisti sul fatto che Danilo Gallinari sarà pronto per l'inizio del training camp". Parola di Art Tellem, agente dell'ex talento di Milano, ancora fermo ai box dopo la botta alla schiena rimediata lo scorso 14 luglio che gli è costata la Summer League e gli impegni con la Nazionale.
PREOCCUPAZIONE - Le dichiarazioni di Tellem, riportate dal New York Times, servono a rassicurare l'ambiente dei Knicks, preoccupatissimi per lo stato di salute della schiena del Gallo, sesta scelta all'ultimo draft, tanto da avere dubbi sulla presenza dell'azzurro il prossimo 30 settembre a Saratoga Springs, da dove inizierà l'avventura della nuova squadra firmata Mike D'Antoni. L'infortunio di Gallinari alla prima con la canotta dei Knicks sembrava di poco conto, ma i due mesi successivi di inattività e i continui dolori alla schiena hanno sollevato tantissime perplessità sull'italiano, che dopo i fischi ricevuti dal pubblico del Madison Square Garden la notte del draft sembrava aver conquistato i tifosi della Grande Mela. Danilo in questi giorni è a New York: per affrettare il recupero Gallinari si è sottoposto ad un trattamento a base di cortisone.
ARENAS - Nuovi guai fisici anche per Gilbert Arenas: la stella dei Washington Wizards, che in estate aveva firmato un contratto da 111 milioni di dollari, starà fuori almeno fino a dicembre per sottoporsi ad una nuova operazione (la terza in 17 mesi). Lo scorso anno il play aveva perso le prime 69 partite della stagione.
gasport

Itto Ogami:
NEW YORK (Usa), 22 settembre 2008 - In attesa del training camp, che scatta tra una settimana a Saratoga Springs, New York, e di capire se la sua schiena è finalmente guarita dall'infortunio che lo tiene fermo dallo scorso 14 luglio, Danilo Gallinari si gode un po' di vita nella Grande Mela. Venerdì sera tappa al Madison Square Garden, quella che da fine ottobre sarà la sua nuova casa, per il match di Wnba tra New York Liberty e Connecticut. Il giorno dopo visita a Little Italy, nel quartiere storico degli emigrati italiani, per la festa di San Gennaro.
INFORTUNIO - "La schiena sta meglio - confida Gallinari al sito ufficiale dei Knicks, che ha dedicato all'azzurro una lunga intervista -. Penso che sarò a posto per l'inizio della stagione. Per riprendermi mi sono curato e ho riposato: me la sono presa comoda".
ASSAGGIO - Danilo è tornato a New York una decina di giorni fa, dopo le vacanze a Formentera e il mancato impegno con la Nazionale, a causa sempre dell'infortunio alla schiena rimediato in Summer League a luglio. Ha preso casa a White Plains, 35km a nord del Madison Square Garden, e in settimana ha incontrato i nuovi compagni, che stanno già allenandosi anche se l'inizio del training camp è fissato per il 30 settembre: "Questa settimana sono stato al Training Center tutti i giorni. Tutti quanti mi hanno dato consigli, e mi sono trovato bene con ognuno di loro. Mi hanno chiesto come sono l'Italia e l'Europa: ho risposto loro che dovrebbero visitarla ogni estate. Scherzi a parte questa è una squadra con molto talento: sarà bello farne parte". Gallinari, che negli Stati Uniti è accompagnato dal padre Vittorio e da un amico, ha incontrato anche il suo nuovo coach, Mike D'Antoni, e il nuovo presidente dei Knicks, Donnie Walsh: "Con D'Antoni non abbiamo parlato di basket - racconta Gallinari -, ma di quello che sto facendo qui e di come ho passato l'estate. Anche con Walsh ho parlato di queste cose".
NEW YORK - Con la Grande Mela per Gallinari è stato amore a prima vista: "Amo New York e i suoi tifosi - racconta il Gallo, che fin da prima del draft aveva espresso il desiderio di sbarcare in riva all'Hudson -. Per me la notte più eccitante è stata quella del draft, ma l'emozione è durata poco perché sono rientrato subito in Italia. Non vedevo l'ora di tornare qui". La serata da spettatore al match delle Liberty è stata la prima di Gallinari al Madison Square Garden: "C'è una bella atmosfera, non ho mai giocato in un'Arena così grande. Ma non sono ancora sceso in campo: per quello aspetto la prima partita. ".
STAGIONE - Dall'italiano i fans dei Knicks si aspettano molto: i fischi della notte del draft sembrano un lontano ricordo, e in molti già sfoggiano la casacca dei Knicks con il numero 8 sulla schiena: "La pressione non mi spaventa - spiega il Gallo, che ha compiuto 20 anni lo scorso 8 agosto -, anzi mi piace. Fa parte del lavoro, e tutta la squadra dovrà tenerne conto. Ma è una situazione che mi piace, perché è lì che vengono fuori i giocatori veri. Ai tifosi dico: vinciamo insieme".
AVVERSARI - "Non vedo l'ora di affrontare LeBron James, Kobe Bryant e tutti gli altri giocatori che ho visto finora solo in televisione: sono i miei idoli - confessa Gallinari -. Bargnani? Sarà divertente giocare contro di lui".
ITALIA - "Non mi mancherà il campionato italiano ma l'Italia in generale - chiude Gallinari -. E' dove ci sono la mia vita e i miei amici, e saranno sempre lì. Ma nel basket giocare nella Nba è quello che ho sempre voluto. E' il mio sogno e non vedo l'ora di viverlo".
Davide Chinellato
gasport

PITTSBURGH STEELERS:
Vai Gallo!! ;)

onedream:
sempre più italiani in NBA  ;) bello così

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa