Post recenti

Pagine: 1 ... 8 9 [10]
91
Simeone che vince o perda è uno che non sgarra mai la partite importanti, se le gioca tutte al massimo.
Questo a me basta, che la tecnica ce l'ho e ci metto il resto.
Se ripenso alle partite decisive o importanti giocate da Allegri in Europa mi viene più di un ragionevole dubbio.
Ma ripeto al ritorno siamo nella condizione migliore che ci potesse capitare, lui non si deve inventare niente deve solo caricare la squadra che non si possono fare calcoli.
Anzi fosse per me mi farei dare un bell'aiuto da un signore biondo ceco.
Simeone è un grande e lo volevo al posto di Conte ma non è prendibile. Allegri comunque ha un ruolino di marcia in cl anche migliore se vogliamo guardare gli ultimi 8 anni, al netto della finale persa più o meno nettamente
92
http://www.corrieredellosport.it/live/matchcentre/incontro.html?season=2018&competition=5&match=1036473

Ecco le famose heat maps, altra cosa che non serve a un cazzo.
Praticamente speculari tra noi e loro, il "rosso" in più lato nostro è frutto del possesso palla maggiore, in pratica il palleggismo inutile che ci contraddistingue.
Ma le zone occupate di campo sono praticamente simili (leva la selezione di una squadra per vedere l'altra).
Non guardate quella dei duelli vinti che vi viene il magone, a casa si chiama tigna.
Ma cosa più importante, queste cazzate non misurano l'unica cosa che conta, il tuo spirito di gioco.
E chi avrebbe sostenuto il contrario? Il nostro baricentro è salito nel secondo tempo con la linea di nostri difensori per larghi tratti a ridosso della metà campo, ci stavo sopra A50 metri porca miseria lo avrò visto o no?
93
Essere cattivi e sapere quello che si vuole è una definizione generica che si applica al Atletico di ieri e purtroppo non alla Juve come di solito succede, ma non è legata a una tattica difensiva o offensiva . Simeone fa dell'aggressione bassa e dell'annullamento delle fonti di gioco avversarie il fondamento di tutta la sua impalcatura che è un classico gioco catenacciaro basato sulle ripartenze che ha fatto la fortuna del calcio italiano e di quello uruguagio prima di noi, paesi e culture che sr ne fregano di imporre il loro gioco anzi sono ben contenti di lasciare la palla agli avversari anche nella loro metà campo. Questo é, da sempre il gioco difensivista e Simeone al momento ne è l'artefice migliore. Solo tra alcuni modernisti italiano il difensivismo è diventato sinonimo di cattivo gioco e per la cronaca Allegri non lo è e purtroppo lo abbiamo visto ieri perché se lo fosse stato ieri avremmo vinto noi invece di regalare partita e probabilmente qualificazione agli spagnoli

Simeone che vince o perda è uno che non sgarra mai la partite importanti, se le gioca tutte al massimo.
Questo a me basta, che la tecnica ce l'ho e ci metto il resto.
Se ripenso alle partite decisive o importanti giocate da Allegri in Europa mi viene più di un ragionevole dubbio.
Ma ripeto al ritorno siamo nella condizione migliore che ci potesse capitare, lui non si deve inventare niente deve solo caricare la squadra che non si possono fare calcoli.
Anzi fosse per me mi farei dare un bell'aiuto da un signore biondo ceco.
94
io la tocco piano
Allegri fuori dai coglioni, con la coppa o senza
poi ci stà che lo rimpiangiamo , ma dopo 5 anni io ne ho abbastanza
solo le mogli si tengono per tutti questi anni  _asd _asd (purtroppo)


Fantastico 😃😃😃
95
Basta guardare la partita eh oltre alle statistiche e alle heat Maps se non si crede si propri occhi

http://www.corrieredellosport.it/live/matchcentre/incontro.html?season=2018&competition=5&match=1036473

Ecco le famose heat maps, altra cosa che non serve a un cazzo.
Praticamente speculari tra noi e loro, il "rosso" in più lato nostro è frutto del possesso palla maggiore, in pratica il palleggismo inutile che ci contraddistingue.
Ma le zone occupate di campo sono praticamente simili (leva la selezione di una squadra per vedere l'altra).
Non guardate quella dei duelli vinti che vi viene il magone, a casa si chiama tigna.
Ma cosa più importante, queste cazzate non misurano l'unica cosa che conta, il tuo spirito di gioco.
96
Dipende cosa si intende per difensivista.
Se un giocatore di Rocco superava la metà campo veniva preso a bastonate.
Il Chelsea di Di Matteo si è ritrovato a fare di necessità virtù con lui chiamato in corsa.
L'Inter del MerdOne aveva trovato l'unico assetto vincente e tutto si può dire a quel cialtrone tranne che non sapesse dare motivazioni.
Quindi non esiste una definizione i fatti ognuno li vede come crede, il calcio non è scienza esatta o tattica esatta, esattamente il limite del nostro allenatore.
I grandi trofei si vincono facendo la differenza su tutto il resto una volta raggiunto un livello tecnico tattico sufficiente livello che noi abbiamo ci manca tutto il resto.
Io ieri sera non ho visto un Atletico difensivista, ho visto una squadra cattiva che sapeva quello che voleva e come prenderselo e via via siamo stati noi ad indietreggiare mentre eravamo intenti a capire se stavamo palleggiando come si doveva o meglio come in queste partite non devi fare mai.
Detto questo se un difensivista come Simeone volesse venire alla Juve lo andrei a prendere io a piedi.
Essere cattivi e sapere quello che si vuole è una definizione generica che si applica al Atletico di ieri e purtroppo non alla Juve come di solito succede, ma non è legata a una tattica difensiva o offensiva . Simeone fa dell'aggressione bassa e dell'annullamento delle fonti di gioco avversarie il fondamento di tutta la sua impalcatura che è un classico gioco catenacciaro basato sulle ripartenze che ha fatto la fortuna del calcio italiano e di quello uruguagio prima di noi, paesi e culture che sr ne fregano di imporre il loro gioco anzi sono ben contenti di lasciare la palla agli avversari anche nella loro metà campo. Questo é, da sempre il gioco difensivista e Simeone al momento ne è l'artefice migliore. Solo tra alcuni modernisti italiano il difensivismo è diventato sinonimo di cattivo gioco e per la cronaca Allegri non lo è e purtroppo lo abbiamo visto ieri perché se lo fosse stato ieri avremmo vinto noi invece di regalare partita e probabilmente qualificazione agli spagnoli
97
L'atletico è una squadra difensivista per definizione come lo era il Chelsea di di Matteo, l'Inter di merdinho e il Milan di Rocco. Poi possiamo discutere di tutto ma non dei fatti

Dipende cosa si intende per difensivista.
Se un giocatore di Rocco superava la metà campo veniva preso a bastonate.
Il Chelsea di Di Matteo si è ritrovato a fare di necessità virtù con lui chiamato in corsa.
L'Inter del MerdOne aveva trovato l'unico assetto vincente e tutto si può dire a quel cialtrone tranne che non sapesse dare motivazioni.
Quindi non esiste una definizione i fatti ognuno li vede come crede, il calcio non è scienza esatta o tattica esatta, esattamente il limite del nostro allenatore.
I grandi trofei si vincono facendo la differenza su tutto il resto una volta raggiunto un livello tecnico tattico sufficiente livello che noi abbiamo ci manca tutto il resto.
Io ieri sera non ho visto un Atletico difensivista, ho visto una squadra cattiva che sapeva quello che voleva e come prenderselo e via via siamo stati noi ad indietreggiare mentre eravamo intenti a capire se stavamo palleggiando come si doveva o meglio come in queste partite non devi fare mai.
Detto questo se un difensivista come Simeone volesse venire alla Juve lo andrei a prendere io a piedi.
98
Inutile illudersi giocare bene non sarà sufficiente al ritorno dato l'avversario. Bisogna avere anche un bel po'di fortuna, na non c'è niente da perdere il danno lo abbiamo fatto ieri sera. Ora pensiamo al campionato perché la partita con il Bologna nasconde insidie per chi ha visto le loro ultime prestazioni dopo il cambio allenatore. So che a voi del campionato non frega nulla ma rimetterlo in discussione dopo quanto fatto farebbe una tragedia
Uè uè uè....non scherziamo...a me il campionato interessa eccome!
Io VOGLIO vincerlo, perchè voglio vedere tutta la banda di sfigati sparsi per il bel paese dover digrignare i denti per l'ottavo anno di fila. Li voglio sentir dire..."vincete solo il campionato"...per guardarli negli occhi e, ridendo, dirgli.."voi manco quello, son otto anni che non vincete un cazzo!"
99
Forse, visto che il centrocampo è il punto debole di questa squadra, si potrebbe tornare al 4-2-3-1 che ci portò in finale due anni fa.


Szczesny

Cancelo Bonucci Chiellini Sandro

Pjanic Can

Costa Dybala Ronaldo

Mandzukic



Buffon

Dani Alves Bonucci Chiellini Sandro

Khedira Pjanic

Cuadrado Dybala Mandzukic

Higuain


Sarebbe anche un 11 più forte.
100
Inutile illudersi giocare bene non sarà sufficiente al ritorno dato l'avversario. Bisogna avere anche un bel po'di fortuna, na non c'è niente da perdere il danno lo abbiamo fatto ieri sera. Ora pensiamo al campionato perché la partita con il Bologna nasconde insidie per chi ha visto le loro ultime prestazioni dopo il cambio allenatore. So che a voi del campionato non frega nulla ma rimetterlo in discussione dopo quanto fatto farebbe una tragedia
Ma come il Bologna gioca meglio dopo il cambio di allenatore ?
Pagine: 1 ... 8 9 [10]

I marchi Juventus, Juve e il logo sono di esclusiva proprietà di Juventus F.C. SpA. Questo sito non è in alcun modo autorizzato da o connesso con la Juventus F.C. SpA o il sito ufficiale del club. Il link a siti esterni non implica il riconoscimento degli stessi da parte di PBN.com. Per segnalazioni, suggerimenti, critiche, richieste e quant'altro scrivi a:
webmaster@pianetabianconero.com